martedì 7 dicembre 2010

Francesco Guccini e le sue ballate nostrane

Questa canzone è stata scritta nel lontano 1975 da Francesco Guccini, ma a riascoltarla bene è più attuale che mai, contiene una sorta di malinconia e inquietudine di un periodo traballante come le situazioni che viviamo tutti i giorni.
Clicca qui sotto e ascolta, e se ti va, commenta lo stile della canzone e degli argomenti trattati.
http://www.youtube.com/watch?v=6B4qMOznohw

2 commenti:

  1. giampiero galeazzi9 dicembre 2010 13:03

    anche a me piace tantissimo!! La sera davanti a un bel piatto di bucatini all'amatriciana me la ascolto volentieri.

    RispondiElimina
  2. Sono capolavori come questi che mi fanno sperare nella capacità dell'uomo di innalzarsi al di sopra di un tipo di esistenza superficiale che sembra avvolgere tutto

    RispondiElimina